CONCETTO
Home > CONCETTO

La Nostra Storia

Originaria di Pisticci, la famiglia Giannone, pur vivendo in Canada ha mantenuto saldi i rapporti con le proprie radici e la propria terra. La lontananza dal luogo d’origine e la relazione con culture differenti ha permesso loro di avere una visione sulla Basilicata anche come luogo dell’anima portandoli a riscoprire non solo la cultura, i paesaggi, gli antichi tesori, ma anche l’innata cordialità ed ospitalità che caratterizza gli abitanti di questa regione d’Italia ai più sconosciuta.

Con il desiderio di rafforzare i legami con le proprie origini e di avere un luogo dove poter sviluppare e coltivare questa visione, la famiglia Giannone decide di acquistare la tenuta Torre Fiore, un’antica masseria del sud Italia in cui la visione della famiglia Giannone si è concretizzata attraverso la realizzazione di un elegante ed intimo hotel immerso in un paesaggio di straordinaria bellezza qual è quello della Basilicata. Territorio questo, che sta ottenendo una considerevole attenzione da parte dei media internazionali e dei turisti più esigenti per il suo patrimonio enogastronomico, le spiagge dorate, i paesaggi, e la cordialità della gente.

Il nostro progetto

Sul crinale di una pittoresca vallata, la masseria fortificata della tenuta Torre Fiore è stata ripensata come un ‘resort fortificato” con 13 suite. Cinto dalle sue mura e protetto da torri d’avvistamento del XVI sec., l’Hotel Masseria Torre Fiore si affaccia sulla costa Jonica immerso nello splendido paesaggio dei Calanchi della Basilicata. Il progetto di restauro e ri-funzionalizzazione della struttura, ideato dalla Giannone-Petricone Associati Giannone Petricone Associates, si presenta come una discreta ‘invasione” che restituisce al luogo il suo antico valore storico, conservando tutti i caratteri tipici della ruralità. L’inserimento di elementi contemporanei e materiali come legno, pietra locale, marmo turco, vetro temperato e boiserie, caratterizzano la tipologia contadina degli ambienti accuratamente conservati e proposti ai turisti più esigenti, ‘invasori contemporanei” di questi particolari ambienti.

I viaggiatori che sceglieranno di soggiornare a Torre Fiore e di visitare questo territorio poco conosciuto ma straordinario, si troveranno a vivere in un contesto caratterizzato da una particolare atmosfera, piacevolmente connotata di contrappunti, per un soggiorno all’insegna del confort più avanzato inserito in uno scenario rurale. Negli ambienti delle ‘suite-casedde”, particolari filtri architettonici celano i bagni arredati con vetri temperati e soffioni a pioggia per docce emozionali, mentre ampie vasche da bagno freestanding per rilassanti momenti, arredano ogni camera da letto.

Tutti gli ambienti sono inoltre connotati da particolari elementi d’arredo e tessuti che dialogano per contrappunto con la rusticità dell’ambiente, denotando l’attenzione posta al recupero filologico della struttura. Infatti, il restauro, per il quale si sono state adottate anche metodologie costruttive ormai in disuso, ha permesso di ristabilire elementi tipologici originari come i tetti in coppi artigianali, o il ripristino manuale delle murature con stucco e biacca. Un restauro dunque, che ha consegnato una struttura nella sua integrità tipologica arricchita da un ristorante e da una piscina a sfioro con vista sulla vallata per il viaggiatore più esigente.